Excursus storico del concorso

Quando nel 1995 l’associazione Le Arti Tessili ha avviato il Premio Valcellina ha scelto di radicare l’evento in Friuli Venezia Giulia: una Regione dove la tessitura ha radici antiche e profonde e dove, di conseguenza, la fiber art può godere di una risonanza territoriale.

La sollecitazione a portare avanti il progetto del Premio Valcellina, si è sviluppata negli anni grazie ai numerosi contatti con l’estero dove, sia le istituzioni pertinenti che i giovani creativi, dimostrano la possibilità di dare a questa espressione artistica la dignità di arte maggiore.

Dopo le prime due edizioni nazionali, sono stati contattati i rappresentanti di scuole e istituzioni straniere con l’obiettivo di invogliare la partecipazione internazionale. E’ grazie al grande lavoro fatto per tessere contatti e relazioni con i Paesi esteri, che le presenze di artisti di tutto il mondo sono progressivamente cresciute.

Ora il Premio conta numerose presenze di artisti (italiani e stranieri) e rapporti consolidati con istituzioni scolastiche italiane diventate negli anni partner che hanno contribuito e contribuiscono alla formazione di giovani artisti così che oggi, un filo corre nel mondo, segna percorsi impensabili, crea incontri, sollecita conoscenze: è il filo della fiber art che porta in Italia, passando per il Friuli Venezia Giulia, linguaggi nuovi, liberi da schemi prefigurati che provocano emozioni, curiosità, sorpresa per l’uso di tecniche altre legate a nuove ricerche e antiche metodologie.

Il network che il concorso ha tessuto negli anni comprende rapporti con e tra accademie, fondazioni, associazioni nazionali ed internazionali, aziende locali e nazionali, amministrazioni pubbliche, giornalisti, musei, gallerie, curatori, storici dell’arte, studiosi del tessile, appassionati e molti altri.

Le varie collaborazioni avviate, si sono nel tempo maggiormente consolidate ed ampliate contribuendo così alla creazione di una rete di promozione culturale e sociale di utilità collettiva.

Il concorso nei vent’anni di attività è diventato un momento di confronto e conoscenza di giovani artisti e delle realtà accademico/scolastiche di provenienza che operano nell’ambito specifico e si è rivelato essere uno straordinario trampolino di lancio internazionale per i nuovi talenti diventando uno dei più importanti eventi europei dedicati a questo settore. Molti artisti grazie anche grazie al Premio hanno intrapreso un’importante carriera artistica ed hanno avuto la possibilità di essere osservati da istituzioni internazionali partner del progetto. Molti docenti delle accademie d’arte e università inseriscono il concorso nei programmi di studio come stimolo per gli studenti alla creazione di un’opera ad hoc.

Nelle nove passate edizioni sono stati proposti temi di carattere letterario e umanistico come ad esempio Linea di confine/Border line, Mixing Cultures, Il doppio/the double, attraverso i quali, i giovani concorrenti, si sono espressi e confrontati. Le immagini delle opere realizzate riportate nei cataloghi -in versione bilingue-, costituiscono un patrimonio di riflessioni visive sui temi proposti che i contributi critici completano con un’analisi attenta e approfondita.

Il concorso offre agli artisti, giudicati da una giuria di esperti più meritevoli, dei premi che consistono nella frequenza gratuita di un corso presso una scuola partner -che nella 10° ed. sono: Accademia di Belle Arti di Bologna, Accademia d’Alta Moda e del Costume Koefia di Roma, Fondazione Arte della Seta Lisio di Firenze, SRISA Santa Reparata International School of Art di Firenze- e una borsa di studio in denaro da euro 500,00 a 1500,00. Sono previsti anche premi offerti da aziende del settore e menzioni speciali.

Le nove passate edizioni in numeri

Artisti partecipanti: 663

Opere selezionate: 331

Opere premiate: 38

Opere riceventi menzioni speciali: 35

Giurati coinvolti: 34

Accademie coinvolte: 10

Esposizioni collaterali ad invito: 15

 

Per partecipare al concorso vai al sito www.premiovalcellina.it

Scarica il regolamento

Maniago, 14 febbraio 2016

 

Historic overview of the Competition

When in 1995 the association Le Arti Tessili has started the Valcellina Award they decided to establish the event in Friuli Venezia Giulia: a region where weaving has ancient and deep roots that have brought an important territorial presence of the fiber-art.

The demand to carry on the Valcellina Award Project has developed through the years thanks to a large number of international contacts where relevant institutions and young creative artists show that it is possible to give to this artistic expression the dignity of a major art.

After the first two national editions, school representatives and foreign institutions were contacted in order to attract international participation. Thanks to the great work carried out to create contacts and relations with foreign countries, the presence of the artists from all over the world has gradually increased.

Now the award can count on the presence of various artists (Italian and foreign) and consolidated relations with Italian educational institutions that during the years have become partners and have constantly contributed to the young artists’ training so that today, a thread runs through the world, marks unimaginable paths, encourages meetings, urges knowledge: it’s the fiber-art thread that by passing through Friuli Venezia Giulia, brings to Italy new languages, free from fix schemes that generate emotions, curiosity, surprise for the use of different techniques related to new research and old methodologies.

The network that the competition has created during the years involves relations between academies, foundations, national and international associations, local and national companies, public administrations, journalists, museums, galleries, curators, art historians, textile students, enthusiasts and many others.

The various collaborations set up have consolidated and have expanded contributing to the creation of a cultural and social promotion network of public utility.

During its twenty years activity the competition has become an opportunity of confrontation and knowledge sharing of the young artists and of the academic/educational realities that work in the specific area and has proved to be an international springboard for new talents, becoming one of the most important European events dedicated to this sector. A lot of artists, thanks to the award, have undertaken an important artistic career and have had the opportunity of being noticed by international partner institutions of the project. Many teachers of the art academies and universities include the competition in their study programs to stimulate students in the creation of an ad hoc work.

During the past nine editions literary and humanistic issues were proposed such as Lineadiconfine/Border line, Mixing Cultures, Il doppio/the double, that the young participants have faced and discussed. The images of the works included in the catalogs – in bilingual version – constitute an heritage of visual reflections on the proposed themes that the critical reviews complete with a thorough analysis.

The competition judged by a jury of qualified experts, offers to artists awards that consist in free tutorial short scholarship in partner schools, which for the 10th edition are the following: Academy of Fine Arts in Bologna, Koefia Academy of Haute Couture and Art of Costume in Rome, Foundation of Silk Art in Florence, SRISA Santa Reparata International School of Art in Florence – and a scholarship from euro 500,00 to 1.500,00. There are also other awards offered by companies in this sector and special mentions.

Last nine past editions in numbers

Participating artists: 663

Selected works: 331

Awarded works: 38

Special mentioned works: 35

Jurors: 34

Academies: 10

Side exhibitions on invitation: 15

 

To Join the competition go to the web site www.valcellinaaward.net

Download regulation

Maniago 14th February 2016